Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

nazionalismo

L’invenzione della “città sulla collina” come mito politico

Abram C. Van Engen, City on a Hill. A History of American Exceptionalism, Yale University Press, New Haven and London, 2020, 380 pp. Una recensione più sintetica di questo libro sarà pubblicata nel fascicolo 3-2021 della Rivista di storia politica. Quando Ronald Reagan, nel suo farewell address del gennaio 1989, parla dell’America come di “a shining city”, “a city upon a hill” che illumina e attrae tutti coloro che nel mondo amano […]

Continua a leggere →

Libertad y justicia para todos

Pubblicato su rivistailmulino.it del 27 gennaio 2021  Forse è la lingua spagnola che da un tono militante e arruffa-popolo a certe affermazioni, ma no, “libertad y justicia para todos” non è uno slogan chavista o peronista. La frase intera che Jennifer Lopez ha gridato durante la sua performance per l’insediamento del presidente Biden, e cioè  “una nación bajo Dios, indivisible, con libertad y justicia para todos”, in effetti con un bel […]

Continua a leggere →

Le pene del muro di Trump

All’inizio di febbraio l’amministrazione Trump ha comunicato al Congresso che, per innalzare alcuni pezzi di muro lungo il confine con il Messico, il dipartimento della difesa rende disponibili quasi 4 miliardi di dollari sottratti ad altri settori di spesa. Insomma, risparmiando su altri impegni. E suscitando un vespaio, l’ennesimo vespaio di una storia molto accidentata e, viene da pensare, piuttosto dolorosa per il presidente. La lotta per i finanziamenti era […]

Continua a leggere →

Donne eroine monumentali della repubblica?

Abbastanza timidamente prima della Guerra civile, ma già con qualche insistenza negli anni 1850s, e soprattutto con massiccia determinazione dopo la Guerra civile, il paesaggio monumentale americano si popola di eroi, a piedi e a cavallo, in divisa militare (con diverse divise militari) o in abiti civili – grandi uomini. Eroi maschili osservati con sguardi maschili, le loro sembianze in marmo o bronzo plasmate da mani maschili. Che la nazione si […]

Continua a leggere →

Donne e populismi, donne populiste

Dei molti saggi raccolti nel volume Populismo di lotta e di governo (vedi la scheda in calce al post), scelgo di riassumere qui, in maniera molto schematica e personale, quello di Raffaella Baritono. Raffaella discute alcuni aspetti dei movimenti populisti poco analizzati nella loro specificità, e cioè le caratteristiche di genere presenti nella loro retorica, nella composizione sociale dei loro attivisti ed elettori, nella formazione della loro leadership. Insomma, l’idea […]

Continua a leggere →

Tre statue di George Washington (da civis romanus a generale napoleonico)

La Sissco, Società italiana per lo studio della storia contemporanea, ha tenuto a Varese presso l’Università dell’Insubria (12-14 settembre 2018) il suo seminario nazionale sul tema “Cittadinanza e narrazioni nazionali”. Quello che segue è un pezzetto (rielaborato e un po’ esteso) del mio intervento, “Monumenti della nazione: lo specchio americano”. Una volta deciso che anche la repubblica nata da una rivoluzione iconoclasta, che ha abbattuto i monumenti al potere monarchico, […]

Continua a leggere →

Il cuore di George Mosse

Bisogna stare attenti alle cerimonie e alla retorica. George Mosse, quando andò in Israele per la prima volta, negli anni 1960s, ci cascò anche lui. Queste parole sono un’eccellente descrizione del mio rapporto con Israele, che non era basato sulla religione, e tanto meno su un mistico amore per la terra, non foss’altro perché il paesaggio sud-tedesco intorno a Salem è rimasto per tutta la vita «il mio paesaggio». E’ […]

Continua a leggere →

Obama, America e Israele: le promesse della Terra Promessa

Moses Viewing the Promised Land, by Frederic Edwin Church (1846) Appena arrivato in Israele, il 20 marzo, il presidente Obama ha ricordato perché Israele e Stati Uniti sono paesi non solo alleati in nome di comuni interessi strategici, ma anche culturalmente e spiritualmente vicini: “perché condividiamo una stessa narrazione – patrioti decisi a ‘essere un popolo libero sulla nostra terra’, pionieri che hanno forgiato una nazione, […] e emigranti da ogni […]

Continua a leggere →