Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Guerra, l’ombra permanente nella storia americana (Marilyn Young 2012)

In un documento che non riesco a ritrovare ma che è citato nei suoi necrologi, Marilyn Young (1937-2017) ricorda che fin dalla sua infanzia gli Stati Uniti sono stati in guerra – “e le guerre non erano davvero limitate e non erano neanche fredde e in molti posti non sono mai finite, in America latina, in Africa, in tante aree dell’Asia”. Diventata un’autorevole storica delle relazioni internazionali, insegnante prestigiosa alla […]

Continue Reading →

Impero, il nome che gli americani non osano pronunciare (Walter Lippmann 1927)

Nel tempo del declino dell’impero americano, conviene leggere quello che diceva il giornalista Walter Lippmann nel tempo in cui l’impero era in formazione, così giovane che gli americani esitavano a dirne il nome (in molti hanno continuato a esitare fino a oggi, per la verità). Il senso generale del discorso di Lippmann, nell’articolo del 1927 “Empire: The Days of Our Nonage are Over”, è che l’opinione pubblica degli Stati Uniti, […]

Continue Reading →

Il futuro come presente di altri; le sofferenze private e lo sviluppo dell’industria pesante. Due pagine di Claudio Pavone

L’altro giorno gli storici del mio (ormai ex) dipartimento pisano hanno ricordato con un bel seminario internazionale Claudio Pavone, amico e collega scomparso giusto un anno fa all’età di 96 anni. A margine del seminario, mi sono riletto due passi tratti dalle sue opere di cui ho fatto appunti di memento per il mio lavoro, e un po’ anche per la vita. Il primo passo è tratto da una delle […]

Continue Reading →

Michael Flynn che parla con i russi? E’ free speech, stupido!

Pubblicato anche su rivistailmulino.it del 6 dicembre 2017 Incontrando l’allora ambasciatore russo a Washington, Sergey Kislyak, alla fine di dicembre 2016, e discutendo con lui di come il governo russo avrebbe potuto o dovuto reagire a certe decisioni del governo americano, Michael Flynn ha commesso un reato? Il presidente era ancora Barack Obama, e Flynn lavorava per conto del transition team del presidente-eletto ma non ancora insediato Donald Trump. Sarebbe […]

Continue Reading →

La democrazia in America di Kurt Vonnegut – e, più modestamente, la mia

Il video clip è qui. E’ il 13 settembre 2005. Un affaticato Kurt Vonnegut è ospite del Daily Show di Jon Stewart per promuovere il suo libro A Man Without a Country (tradotto l’anno dopo per minimum fax come Un uomo senza patria). Sono passati un paio d’anni dall’inizio della guerra americana in Iraq e l’ultraottantenne scrittore (1922-2007) dice la sua contro la guerra stessa e la retorica dell’esportazione della […]

Continue Reading →

Texas 1917: la breve, sfortunata rivolta dei Buffalo Soldiers contro le leggi Jim Crow e la polizia razzista

Nel fatidico 1917 gli Stati Uniti entrarono in guerra, adottarono la leva obbligatoria e, fra gli altri, arruolarono alcune centinaia di migliaia di giovani afro-americani. I reparti neri parteciparono alla spedizione in Europa per combattere il nemico straniero. Il loro primo incontro e scontro con il nemico, tuttavia, lo ebbero in patria, nel cuore del Texas. E’ qui che furono aggrediti dal razzismo e dalla segregazione Jim Crow. E reagirono. […]

Continue Reading →

Appunti sparsi sulla commedia delle molestie

L’anticonformismo della stragrande maggioranza Mi sembra che succeda con la commedia delle molestie quello che succede con il cosiddetto politicamente corretto (vedi qui). Ci si scaglia contro i commenti delle “femministe” con lo stile e il brio dell’anticonformismo spregiudicato e minoritario, come se il linguaggio femminista fosse quello (pallosamente) canonico e dominante. In effetti il linguaggio femminista non è mai passato nel nostro discorso pubblico, il linguaggio canonico e dominante […]

Continue Reading →

Un documento segreto dell’FBI su Martin Luther King

Fra le carte che l’amministrazione Trump ha reso note venerdì 3 novembre sul caso Kennedy c’è anche, chissà perché, un rapporto segreto dell’FBI su Martin Luther King. Un rapporto stilato molto dopo l’assassinio di JFK, datato 12 marzo 1968, quindi tre settimane prima dell’assassinio dello stesso King. Da un timbro sul frontespizio, risulta che il documento sia stato esaminato nel 1994 per una possibile pubblicazione, ma sia stato allora giudicato […]

Continue Reading →

Halloween, breaking news, fake news: la “Guerra dei mondi” radiofonica di Orson Welles e la sua memoria

Domenica 30 ottobre 1938, vigilia di Halloween, il giovanissimo Orson Welles manda in onda, sulle onde radio della CBS, un episodio della serie The Mercury Theatre on the Air. La storia è nota, se non altro per sentito dire. Si tratta della lettura di un classico della fantascienza horror, La guerra dei mondi di H.G. Wells. Il romanzo parla dell’invasione della terra da parte di alieni ostili e spietati, cattivissimi […]

Continue Reading →

La bandiera europea, le bandiere confessionali e le bandiere secolari

Pubblicato anche su ytali.com del 29 ottobre 2017 Leggo, e voi potete leggere qui, che per la sinistra francese di Jean-Luc Mélenchon “la bandiera europea è portatrice di una simbologia religiosa nascosta: il blu come il colore del mantello mariano delle rappresentazioni artistiche, le stelle che ricordano la corona della Vergine Maria e il numero dodici che rimanda, ovviamente, agli Apostoli.” E quindi, in quanto bandiera confessionale, non ha posto […]

Continue Reading →