Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Quando Milwaukee era una città socialista (un secolo fa)

E’ su Milwaukee socialista e sul Wisconsin socialista e progressista dell’inizio del Novecento che ho scritto il mio primo libro, pubblicato da Marsilio nel 1980. La cosa mi è tornata in mente l’altro giorno, quando Milwaukee è stata scelta dal partito democratico (con qualche nuova pulsione socialista al suo interno) come sede della convenzione nazionale del 2020. Il libro si può scaricare in formato pdf, per intero e gratuitamente, a […]

Continue Reading →

Riformare il sistema, cambiare la Costituzione? Quella americana, cioè.

A voler riformare il sistema costituzionale degli Stati Uniti non sono i populisti – per correggere, come si potrebbe pensare, le complicatezze della vecchia carta settecentesca, la noiosa e inefficiente separazione liberale dei poteri, i pregiudizi anti-maggioritari della macchina istituzionale, insomma le trappole che, secondo i canoni ideologici del populismo internazionale, distanzierebbero l’esercizio delle decisioni politiche dalla genuina volontà del popolo. La tradizione populista americana è piuttosto indifferente a cambiamenti […]

Continue Reading →

I veri populisti non amano i “term limits” presidenziali

Rinfrescandomi la memoria (che non è più quella di una volta) sui populismi negli Stati Uniti, rileggendo le piattaforme elettorali del People’s Party o Populist party originario, quello di un secolo fa, la madre di tutti i populismi americani, vedo che c’era la richiesta che la carica di presidente fosse limitata a un solo mandato. (Allora non c’era un limite costituzionale, ma solo una prassi, inaugurata dal primo presidente George […]

Continue Reading →

Ciò che manca (sempre) alla sinistra

Mi capita abbastanza, grazie ad amicizie Facebook e Twitter a cui tengo molto, di seguire qualche discussione sui destini della sinistra-sinistra fatta da voci che vengono da dentro la sinistra-sinistra. Una volta provavo ogni tanto a dire la mia, con scarsa fortuna, ora non più – leggo e basta, e a un certo punto mi viene pure il mal di testa. Il tema centrale è in genere ciò che non […]

Continue Reading →

Uccidere Medicare-for-all? Una tradizione americana

Pubblicato su rivistailmulino.it del 27 febbraio 2019 Per i Democratici americani, e per gli americani tutti, fare i conti con la sanità pubblica e privata non è mai un pranzo di gala. E così, prima ancora che esistano dei disegni di legge per istituire un Medicare-for-all, come da molte promesse elettorali passate e future, oppure un qualunque altro sistema sanitario nazionale che gli somigli – esiste già la lobby organizzata […]

Continue Reading →

“Ma perché ci avete messo tanto?” I romani e i loro liberatori anglo–americani (giugno 1944)

Il tema centrale del gran volumone che Gabriele Ranzato dedica alla storia di Roma sotto l’occupazione nazista, fra l’8 settembre 1943 e l’arrivo dell’esercito alleato il 4 giugno 1944 (La liberazione di Roma, Laterza 2019), è il tentativo di ricongiungere e integrare due filoni narrativi in genere presentati come paralleli o con rari punti di tangenza. E cioè, citando l’Autore: “da una parte la storia politico-militare di cui furono protagonisti […]

Continue Reading →

Bernie di nuovo in campo: un paio di riflessioni marginali dal 2016

Bernie Sanders è di nuovo in campo per conquistare la nomination alla presidenza e poi, sperabilmente per lui, la presidenza proprio. Anche se non ama tanto sottolinearlo nei suoi primi annunci e spot elettorali (fateci caso), è ovvio che la nomination a cui si candida è quella del partito Democratico, cioè di un partito che non è il suo. Che non è il suo per militanza, visto che non ne […]

Continue Reading →

I numeri dei sindacati negli Stati Uniti. Ultime notizie dal Bureau of Labor Statistics

Il tasso di sindacalizzazione dei lavoratori americani salariati e stipendiati continua a essere molto basso, il 10,5% del totale nel 2018, in lieve declino dall’anno precedente (10,7%). Il declino è soprattutto significativo rispetto al 1983, il primo anno di questo specifico tipo di rilevamenti, quando la densità sindacale era del 20,1%. E’ doppiamente significativo rispetto all’apice dei successi post-New Deal, a metà degli anni cinquanta, quando la densità era vicina […]

Continue Reading →

Elizabeth Warren e Amy Kobluchar: due narrazioni Democratiche per la campagna presidenziale

Prendo spunto, anzi mi faccio ispirare, anzi proprio copio dalla column di un opinionista del Washington Post (qui). Che dice: nello scorso weekend altre due donne Democratiche, due senatrici, hanno annunciato la loro candidatura alla presidenza degli Stati Uniti. Elizabeth Warren del Massachusetts e Amy Kobluchar del Minnesota. I loro discorsi di presentazione non potrebbero essere più diversi. Non tanto per i punti programmatici a cui fanno riferimento, che hanno […]

Continue Reading →

Abolire il Senato americano? (Le riforme impossibili / 1)

Il deputato democratico John Dingell, scomparso l’altro giorno all’età di 92 anni, ha avuto poco prima di morire un brillante idea: e se abolissimo il Senato degli Stati Uniti? Un’idea basata sulla sua esperienza politica e legislativa più che semi-secolare, un vero record storico: 59 anni alla Camera dei Rappresentanti (1955-2015) a rappresentare un collegio del Michigan che include pezzi di Detroit, Dearborn, Ann Arbor. Quindi a rappresentare con il […]

Continue Reading →