Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

A proposito della costituzionalità del “remote voting” nel Congresso degli Stati Uniti.

REMOTE-VOTING-4x3-1

Il professor Daniel Hemel (della University of Chicago School of Law) dice che non c’è nulla nella Costituzione che impedisca l’adozione del voto a distanza per i membri del Congresso, senatori o deputati che siano. Lo dice in una intervista di ieri qui e più dettagliatamente in un articolo sul Washington Post di un paio di settimane fa. Il testo costituzionale richiede che ci sia un quorum (la maggioranza dei membri) affinché la Camera e il Senato possano funzionare ma, secondo lui, tace sul fatto se i membri debbano essere presenti fisicamente. Il requisito della presenza fisica è contenuto nei regolamenti delle due camere che possono essere sempre emendati con procedure ordinarie.

Hemel cita anche una sentenza della Corte suprema, che sarebbe l’unica rilevante, cioè United States v. Ballin del 1892. In essa il giudice David Brewer, a nome di una corte unanime, scrive che la Costituzione “non ha prescritto alcun metodo” per determinare l’esistenza di un quorum, e che “è quindi nella competenza della Camera prescrivere qualunque metodo che sia ragionevolmente adeguato ad accertare il fatto”.

Non sono un costituzionalista, a me sembra che le conclusioni di Hemel siano problematiche ma possano essere rese, in un modo o nell’altro, operative. Richiedano cioè, per auto-confermarsi, un elevato livello di interpretazione e traduzione e manipolazione della lingua dei costituenti. E tuttavia, è inutile sottolinearlo, ciò è stato fatto più di una volta nello strenuo e secolare lavoro di adeguamento della carta settecentesca ai tempi correnti. La lettera della Costituzione non impone che la presenza sia fisica perché la dà per scontata. Però, appunto, non lo dice esplicitamente. E lì possono cominciare le danze.

In effetti, il testo (dell’articolo I sezione 5) non si limita alla frase considerata da Hemel, “una maggioranza di ciascuna [camera] costituirà il quorum per svolgere i lavori”, aggiunge subito di seguito “ma un numero inferiore potrà rinviare di giorno in giorno la seduta, e essere autorizzato a imporre la partecipazione [attendance] dei membri assenti, nei modi e con le sanzioni che ciascuna camera potrà decidere”. E’ ovvio che cosa si intenda qui: presenza fisica (anche con i carabinieri). E’ possibile intepretare quel “attendance” in modo diverso? Ma perché no. Come osserva Hemel, vogliamo forse rimproverare ai padri fondatori di non conoscere Skype o Zoom?

Constitution of the United States, Article 1, Section 5.1. – Each House shall be the Judge of the Elections, Returns and Qualifications of its own Members, and a Majority of each shall constitute a Quorum to do Business; but a smaller Number may adjourn from day to day, and may be authorized to compel the Attendance of absent Members, in such Manner, and under such Penalties as each House may provide.

Anche la vecchia sentenza della Corte suprema non sbroglia la matassa formale. La questione discussa era se i membri della Camera presenti in aula ma che decidono di non votare possano o no essere conteggiati nel famoso quorum, quello che consente all’assemblea di funzionare. Il regolamento della Camera lo consentiva e, dice la corte, ciò è nelle sue prerogative, non viola alcun principio costituzionale. Anche in questo caso tutto il dispositivo della sentenza si fonda sul fatto, anzi sulla premessa, anzi sulla premessa scontata e quindi non specificata, che “presence” significhi presenza fisica. Ciò che si discute è il metodo per accertarla o meglio per decidere e accertare chi debba esservi conteggiato. Ma certo anche in questo caso, immagino, è possibile lavorare di interpretazione. Ovviamente neanche il giudice Brewer conosceva Zoom o Skype.

Comunque questo è uno stralcio della sentenza United States v. Ballin (144 U.S. 1, 1892). Il giudice David Brewer scrive per la corte unanime.

The Constitution provides that “a majority of each [house] shall constitute a quorum to do business.” In other words, when a majority are presentthe house is in a position to do business. Its capacity to transact business is then established, created by the mere presenceof a majority, and does not depend upon the disposition or assent or action of any single member or fraction of the majority present. All that the Constitution requires is the presenceof a majority, and when that majority arepresentthe power of the house arises.

But how shall the presenceof a majority be determined? The Constitution has prescribed no method of making this determination, and it is therefore within the competency of the house to prescribe any method which shall be reasonably certain to ascertain the fact. It may prescribe answer to roll-call as the only method of determination; or require the passage of members between tellers, and their count as the sole test; or the count of the Speaker or the clerk, and an announcement from the desk of the names of those who are present. Any one of these methods, it must be conceded, is reasonably certain of ascertaining the fact, and as there is no constitutional method prescribed, and no constitutional inhibition of any of those, and no violation of fundamental rights in any, it follows that the house may adopt either or all, or it may provide for a combination of any two of the methods. That was done by the rule in question; and all that that rule attempts to do is to prescribe a method for ascertaining the presenceof a majority, and thus establishing the fact that the house is in a condition to transact business.

 

Categories: costituzione

Tags: , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s