Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Potere giudiziario

Quando i boys erano boys: un certo tipo di educazione sentimentale

Se gli eventi in corso non avessero conseguenze così importanti, se le vicende non fossero così sgradevoli e penose, se il clima non fosse così lacrimevole, se non fossimo tutti molto seri e corretti, si potrebbe dire che nella commissione giustizia del Senato degli Stati Uniti si stia assistendo a un tuffo nel passato, a una rievocazione dei tempi di Animal House. Cioè degli anni in cui il film è […]

Continua a leggere →

Trump ha nominato ventisette giudici federali – altro che non far niente

In questi suoi primi duecento giorni da presidente, che sembrano tanto vuoti di successi, una cosa importante Donald Trump l’ha fatta: ha nominato un sacco di giudici federali. Sappiamo tutti del riuscito insediamento di Neil Gorsuch nel seggio della Corte suprema lasciato vacante, un anno fa, dalla morte del giudice conservatore Antonin Scalia. Lo sappiamo perché la lunghissima vacanza è stata uno scandalo politico, con il Senato repubblicano che ha […]

Continua a leggere →

La Corte suprema? Nove avvocati non eletti

Il giudice Antonin Scalia considera la Corte suprema, di cui è membro, un corpo elitario e separato dal resto della società: non ne ha il polso, se ne distingue per formazione, sensibilità, stile di vita. Fa anche l’analisi sociologica del suo ristretto personale, nove persone lui incluso, per dimostrarlo. Tutto ciò gli serve per sostenere che molte delle questioni di cui si occupa, la Corte suprema, farebbe bene a lasciarle […]

Continua a leggere →